Cervello e Thanatos per Alla fine dei conti

MANTOVA “Cervello e Thanatos” è il tema del terzo appuntamento di Alla fine dei conti, rassegna che si prefigge di individuare nuovi spazi di riflessione sulla vita e sulla morte attraverso il colloquio interdisciplinare fra ambiti culturali e artistici differenti. L’evento si svolgerà lunedì 17 febbraio alle ore 18.30 presso la Casa del Mantegna. Protagonista dell’incontro sarà Marco Marchini, medico neurologo presso l’ospedale Carlo Poma di Mantova e autore del romanzo L’Ombra non protegge dalla pioggia in cui descrive le conseguenze della malattia di Alzheimer. “Nel cervello – afferma Marchini – risiede il controllo dei meccanismi che tengono in vita l’uomo, ma soprattutto vi è custodita l’identità dell’individuo e la consapevolezza del mondo esterno e di sé. Quando si perde il substrato anatomico di tale cognizione, l’identità della persona è completamente perduta. Crudele è la morte dell’identità lentamente sottratta al corpo. Si tratta di un processo che lascia spazio solo a incolmabili solitudini: una valanga che travolge la coscienza di un’esistenza a cui non si può fare ritorno”. Durante l’evento saranno lette, a cura dell’associazione La Corte dei Poeti, alcune poesie sul tema della vecchiaia. L’incontro sarà coordinato da Elena Alfonsi, curatrice del ciclo Alla fine dei conti. La rassegna gode dei patrocini di Provincia e Comune di Mantova. Ingresso libero.

1 COMMENTO