Via i mezzi pesanti dal centro Il Comune rifà il piano traffico

Off limits le strade più percorse: si punta ai percorsi esterni

CASTEL GOFFREDO

CASTEL GOFFREDO Via i mezzi pesanti dal centro: è questo l’obiettivo che si pone l’amministrazione comunale, che sta lavorando a una modifica al piano del traffico nel centro abitato. Intento è quello di preservare le strade centrali della cittadina castellana, deviando i mezzi pesanti sulle strade più esterne che consentono di “circumnavigare” Castel Goffredo.
Al momento le modifiche al piano del traffico non sono ancora state decise in modo definitivo, ma alcune linee guida generali ci sono già. Non solo. Poiché alcune delle modifiche riguardano strade non solo comunali ma anche di competenza provinciale, prima dell’ok definitivo il Comune dovrà sottoporre il progetto al vaglio della Provincia. Solamente dopo il via libera di Palazzo di Bagno il piano traffico modificato potrà effettivamente entrare in vigore ed essere applicato. Come spiega l’assessore ai lavori pubblici e viabilità  Paola Mancini, il Comune ritiene necessario liberare dal transito di mezzi pesanti alcune strade prettamente residenziali e centrali o comunque percorse da traffico lento (pedoni o biciclette) e da automobili. Alcune delle strade dalle quali il traffico pesante potrebbe venire escluso sono, ad esempio, via Montegrappa piuttosto che viale Europa o ancora via Concordia.
«Non è raro – spiega l’assessore Mancini – vedere camion o anche trattori di grandi dimensioni transitare su strade in pieno centro alla nostra cittadina. Riteniamo sia opportuno cambiare rotta, deviando tali mezzi su strade esterne rispetto al pieno centro abitato. Alternative potrebbero essere ad esempio la provinciale della Calza e le strade che circondano Castel Goffredo. Non si tratta di soluzioni definitive dal momento che stiamo ancora definendo i dettagli». Ad usare mezzi di medio peso però sono anche commercianti o i fornitori dei commercianti del centro. «Naturalmente – specifica sil tema la Mancini – verranno predisposte specifiche autorizzazioni sia per le attività del centro che per coloro che riforniscono queste ultime. Di certo non vogliamo mettere i bastoni tra le ruote agli esercenti della nostra cittadina impedendo il passaggio ai loro mezzi». La discriminante per i mezzi autorizzati o meno sarà basta su peso e lunghezza dei veicoli stessi. (g.b.)

3 COMMENTI