Calcio a 5 Serie A – Il “mago” Parrell ha riportato il Kaos in zona play off

Parrel
Parrel

Mantova La vittoria di Arzignano, prima fuori casa nel massimo campionato, porta la firma indelebile di Rafael Ferreira Da Silva Parrel, migliore in campo (per distacco) e autore della doppietta che di fatto ha scavato la differenza tra i biancorossi e la squadra vicentina. Il fuoriclasse brasiliano ha timbrato il cartellino nel primo tempo con una precisa conclusione su sponda di Cabeca e nella ripresa ha chiuso i conti con una strepitosa azione personale nella quale si è bevuto due avversari lungo la linea di fondo e poi ha messo a sedere il portiere con un gioco di suola prima di depositare la palla nella porta sguarnita. In precedenza, si era messo in evidenza anche in difesa con un paio di interventi salva risultato. Perchè Parrel è davvero un giocatore a tutto tondo.
Ultimo arrivato in casa biancorossa, proprio pochi giorni prima dell’inizio del campionato, Parrel ci ha messo pochissimo a imporsi nello spogliatoio per le sue doti tecniche e il naturale carisma. E’ a lui che la squadra si affida nei momenti caldi della partita, quando il gioco si fa duro e i duri, come si dice, cominciano a giocare. Con mister Milella squalificato e costretto in tribuna, durante i timeout nell’angolo biancorosso si sentiva soprattutto la sua voce. «Abbiamo giocato una grande partita – ha poi commentato con la vittoria in cassaforte – dopo la sconfitta contro l’Avellino, avevamo voglia di riscattarci ma sapevamo che non sarebbe stato facile andare a vincere ad Arzignano. Infatti è stata una partita dura, contro un avversario che meriterebbe una classifica migliore. Siamo andati per prenderci i tre punti e ci siamo riusciti con una prestazione solida. Per questo siamo contenti e più tranquilli, guardando la classifica».
Il Kaos è tornato in zona playoff, ma Parrel preferisce mantenere un basso profilo. «L’obiettivo – spiega – è la salvezza, che vogliamo raggiungere il prima possibile, poi eventualmente penseremo a qualcosa d’altro. La società ci ha chiesto di salvare la categoria e per ora siamo in linea con gli obiettivi». Ma con un Parrel così, la sensazione è che il Mantova possa tranquillamente ambire ad un piazzamento tra le prime otto. Sabato al Neolù arriva il Petrarca, avversario storico degli ultimi anni e bestia nera dei virgiliani: è l’occasione per spezzare un altro tabù.

2 COMMENTI