Calcio Promozione – Castel d’Ario, Bonini numero 12 a 52 anni

Loris Bonini in panchina
Loris Bonini in panchina

Castel d’Ario A volte capita nei dilettanti di essere a corto di uomini, e non è nemmeno rarissimo che in panchina, come secondo portiere, possa finire il preparatore, in determinate occasioni: domenica nella partita vinta con lo Sporting Club è accaduto al preparatore del Castel d’Ario Loris Bonini, 52enne ex professionista, per lui anche un’esperienza in C2 con la Vigor Lamezia, oltre al Fanfulla in D. Poi, in ordine sparso Governolo, Ostiglia, San Felice, Nogara e chiusura di carriera a Legnago. «L’ultima gara l’ho giocata a 38 anni, nel 2005, proprio con i biancazzurri veronesi – ha detto -. Mi è successo di andare in panchina anche un paio di anni fa, quando lavoravo per l’Oppeano. Quest’anno, il Castel d’Ario ha avuto qualche vicissitudine, che mi ha portato in panchina come secondo portiere per la terza volta. Una vittoria importante quella di Goito, perchè la squadra è giovane ma ha tantissimi prospetti interessanti: io seguo da vicino Bertolani ed è sicuramente un talento di avvenire. Ha solo bisogno di giocare e di esprimersi. Poi, tra i giocatori di movimento, i vari Braghiroli, David Dondi e Kadric sono da tenere d’occhio, perchè stanno crescendo bene. Mister Bizzoccoli è bravo a gestire i giovani, loro devono avere l’intelligenza di sfruttare questa opportunità. La squadra? Se gioca come sa, si salverà il prima possibile».  (gluc)

6 COMMENTI