Tamburello Coppa Europa – Cavaion-Castellaro atto terzo

Manuel Festi
Manuel Festi

Castellaro Domenica scorsa, a San Pietro in Cariano, Castellaro e Cavaion si sono affrontate in Supercoppa a sette giorni dalla sfida in terra veronese che ha consentito ai collinari di Baldini  di conquistare lo scudetto 2019 del tamburello. Il Cavaion di   Stefania Mogliotti  ha prevalso 2-0 (6-1, 6-1). Questo pomeriggio alle 15.30 è in programma l’ennesima rivincita. Le due squadre si ritroveranno per la prosecuzione della Coppa Europa, interrotta qualche tempo fa in Francia, causa oscurità, sull’11-10 in favore dei mantovani.
La parola al presidente del Castellaro Arturo Danieli: «Questa ennesima sfida è un rebus. Le due squadre si conoscono sin troppo bene. Bisogna vedere con quali motivazioni si gioca, sapendo che si parte dall’11-10 in nostro favore e che dopo pochi giochi la sfida si chiude. Da parte nostra, ritengo sia doveroso onorare al meglio questo impegno, soprattutto a livello di prestazione. Dobbiamo dimenticare quella negativa di domenica in Supercoppa. Dopo aver conquistato lo scudetto, forse eravamo un po’ appagati. Del resto siamo passati di festeggiamenti in festeggiamenti e, inconsapevolmente, non siamo entrati in campo con lo spirito adatto. L’impegno di Supercoppa andava affrontato con ben altre motivazioni, con ben altra mentalità, per onorare al meglio lo scudetto. Il doppio 6-1 è stata una severa punizione. Ecco perchè mi attendo una prestazione all’altezza del nostro valore a San Pietro in Cariano».

1 COMMENTO