Impantanato sull’argine del Po chiama il carroattrezzi, denunciato per inosservanza del decreto

VIADANA – Continuano i controlli da parte dei Carabinieri della Compagnia di Viadana relativi alle restrizioni sul movimento e sul traffico, imposti dalla legge per contenere il rischio di contagio da coronavirus.
Nella giornata di ieri, giovedì 19 marzo, sono stati numerosi i posti di controllo dei militari, in tutte le zone della giurisdizione, soprattutto sulle principali arterie stradali.
Ed aumenta anche il numero dei denunciati per l’inosservanza di questi provvedimenti: un altra persona è stata deferita all’Autorità Giudiziaria di Mantova per inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità (art.650 del codice penale).
L’uomo infatti, classe 1968, è stato controllato dai Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Viadana in via Al Ponte a ridosso dell’argine del fiume Po, dove lo stesso era rimasto impantanato con la propria auto e aveva dovuto chiamare il carroattrezzi per muovere la macchina.
Ai militari intervenuti l’uomo non ha saputo fornire valide giustificazioni riguardo al suo spostamento, ed è stato cosi denunciato a piedi libero.

1 COMMENTO