Calcio dilettanti – Coppa indigesta per le “big” mantovane, si rischia un clamoroso flop

Asting_25
Una fase di Asola-Sporting Club

Mantova E’ ormai iniziato il conto alla rovescia per l’inizio dei campionati dilettanti, e le indicazioni che arrivano dalla Coppa non sono esaltanti per le mantovane di Eccellenza e Promozione. Se è vero che molte di loro hanno affrontato la manifestazione alla stregua di amichevoli, è altrettanto vero che il discorso vale pure per le formazioni extra muros.
Il bilancio delle prime due giornate è abbastanza desolante, con tre squadre (Governolese, San Lazzaro e Casalromano) su sette già eliminate e nessuna al comando dei rispettivi gironi.
In Eccellenza, la Governolese non è andata oltre il pareggio (2-2) a Lesmo, sul campo del Leon, ed è quindi eliminata. Sette giorni prima si era fatta clamorosamente raggiungere e superare in vista del traguardo dalla Rhodense, stavolta è partita ad handicap per via di un approccio alla gara sconcertante, poi ha reagito con orgoglio è raddrizzato, almeno in parte, il risultato. La squadra ha espresso a sprazzi un potenziale notevole, mister Graziani deve ora mettere insieme tutti i pezzi. E non ha più tanto tempo, perchè domenica al “Vicini”, per la prima di campionato, arriva il Castiglione. Il quale non ha giocato domenica e si è visto soffiare il primato nel girone di Coppa dal Pavia per differenza reti. Gli aloisiani, che in Eccellenza ci sono finiti proprio grazie alla Coppa ed evidentemente ci tengono, per passare il turno dovranno quindi vincere lo scontro diretto in programma mercoledì 11 a Trenzano sul Naviglio (ore 17). Sarà dura. Il San Lazzaro è uscito di scena incassando una sconfitta piuttosto netta in casa della Castanese. Le attenuanti non mancano, ma la sensazione è che i cittadini dovranno sudarsi la salvezza fino all’ultima giornata di campionato.
In Promozione erano in programma due derby, che hanno visto la vittoria delle squadre, Casalromano (1-0 alla Castellana) e Sporting Club (2-0 ad Asola), sconfitte all’esordio. Per cui, come si dice in questi casi, a godere, in entrambi i gironi, rischia di essere il “terzo”, ovvero le bresciane Desenzano e Vighenzi, cui basterà il pareggio nel terzo incontro (mercoledì 11) per passare il turno. Il Casalromano ha chiuso con 3 punti ma una differenza reti negativa, per cui è matematicamente fuori, mentre la Castellana dovrà battere il Desenzano con due gol di scarto. Molto difficile. L’Asola, che farà visita alla Vighenzi, passa solo vincendo con tre gol di scarto, mentre un successo dei biancorossi con uno o due gol di scarto qualificherebbe lo Sporting.
Sarà anche vero che le mantovane pensano soprattutto al campionato, ma il rischio di essere cancellati completamente dalla Coppa Italia al primo turno è concreto. E sarebbe una debacle clamorosa.

2 COMMENTI