“Finalmente una gioia” estesa ai disoccupati sopra i 50 anni

LAVORO

MANTOVA Erano 500mila euro quelli che l’amministrazione comunale aveva investito in sede di bilancio previsionale 2019 per il progetto “Finalmente una gioia”, finalizzato all’occupazione giovanile. Quest’anno, mentre fervono i lavori per la compilazione del previsionale 2020, il proposito viene esteso anche ai meno giovani, ovvero a coloro che hanno perso il lavoro e si trovano in età poco appetibile per essere ricollocati nel mercato occupazionale.
Il proposito è nelle mani del vicesindaco  Giovanni Buvoli, delegato alle attività produttive, che ha già inviato ai vari comparti di via Roma la richiesta delle necessità per formulare il nuovo bilancio pluriennale 2020-2022. La volontà della giunta, come già negli anni scorsi, è di arrivare all’approvazione dell’esecutivo già ai primi di novembre; seguirà l’iter nelle varie commissioni consiliari, e l’approvazione definitiva sotto Natale. Una scelta strategica, spiega Buvoli, poiché consentirà all’ente di avere capacità di spesa già a partire dal 1° gennaio prossimo.
Ma la grande novità, aggiunge il vicesindaco, sta proprio in quest’occhio di riguardo per le persone avanti in età rimaste senza lavoro: «Il progetto “Finalmente una gioia”, che ha dato occupazione stabile grazie ai nostri tirocini a decine di giovani, adesso si rivolgerà anche agli “over 50” disoccupati. Non so quanto riusciremo a mettere in bilancio per questi ricollocamenti nel mondo del lavoro, anche perché non esiste un censimento specifico per conoscere l’entità dei senza lavoro nel capoluogo: tutti i dati a nostra disposizione sono accorpati a livello provinciale»..

14 COMMENTI