Luce, calore e lavori pubblici Maxi bando da otto milioni

Parte la gara per la gestione energetica degli edifici del Comune

CASTIGLIONE Al via il maxi bando da otto milioni di euro per la gestione energetica di tutti gli edifici pubblici che fanno riferimento al Comune. Bando che prevede, oltre alla fornitura del calore e dell’illuminazione degli edifici pubblici, anche la riqualificazione energetica degli stessi. La gestione, come previsto dal bando, durerà 12 anni.
Insomma il Comune decide di cambiare, almeno in parte, la gestione calore per gli edifici di sua proprietà. Al momento il servizio è gestito dalla società Manutencoop di Zola Predosa, in provincia di Bologna. Il contratto con il Comune di Castiglione è scaduto a fine 2018 e ora, per tutto il 2019, alla società bolognese è stata concessa una proroga di un anno.
Ma, come detto, a partire dal 2020 e fino al 2032 compreso la gestione è atteso cambi in modo piuttosto radicale. Per mezzo di un project financing infatti il Comune intende affidare ad una società terza la fornitura sia del calore che dell’illuminazione degli edifici pubblici.
Ma c’è di più. Come spiega il sindaco  Enrico Volpi, all’interno del contratto è infatti previsto che la società che vincerà il bando si occupi anche di una lunga serie di riqualificazioni sugli edifici pubblici stessi: riqualificazione o sostituzione delle caldaie e degli impianti di riscaldamento degli edifici pubblici, sostituzione dell’attuale illuminazione interna con illuminazione al led (più performante e a minore consumo energetico), realizzazione del cappotto termico sugli edifici pubblici che non ne sono ancora dotati, così da garantire minore dispersione di calore durante l’inverno e di fresco durante l’estate. Non si tratta dunque solo di fornire calore e luce, ma anche di riqualificare gli edifici dal punto di vista termico e dell’illuminazione.
Per quanto riguarda i costi che verranno sostenuti dal Comune, come spiega sempre Volpi, è previsto che non vi siano spese maggiori rispetto agli anni passati. «Ma a fronte di una spesa in linea con la spesa passata – afferma il sindaco – gli edifici vedranno una riqualificazione e interventi che il Comune, in modo autonomo, difficilmente riuscirebbe a realizzare».
Il progetto e il bando sono gestiti internamente dal Comune. Il bando è stato pubblicato in questi giorni e nel corso dei prossimi mesi l’iter dovrebbe concludersi con l’affidamento del servizio alla società che si aggiudicherà il maxi servizio. Come detto, il servizio stesso verrà affidato per i prossimi dodici anni a partire dal 2020, quindi fino a tutto il 2032.
La notizia del maxi bando da otto milioni per la gestione calore è stata data da sindaco e assessori mercoledì mattina, durante la presentazione del rapporto alla città.

4 COMMENTI