Comune e Avis restaurano la scala del castello di Cerlongo

CERLONGO (Goito) Comune e Avis di Cerlongo trovano l’accordo per il restauro della scalinata d’ingresso del castello della frazione, che proprio dall’associazione viene usato come sede. Si tratta di un accordo che prevede un contributo di 4mila euro ciascuno da parte del Comune e da parte dell’Avis, che così lavorando gomito e gomito e contribuendo in egual misura, vanno a mettere mano ad un bene storico riuscendo infine nell’operazione di restauro.
Operazione che si è resa necessaria dato che già da tempo la scalinata d’ingresso versava in condizioni piuttosto precarie. Realizzata in marmo, ha subìto le conseguenze del passare del tempo. Ora, considerata la situazione, Avis e Comune si sono messi al lavoro entrambi per ottenere il risultato.
Trattandosi di un bene vincolato dalla Soprintendenza, è stato necessario preparare un progetto molto dettagliato da sottoporre alle Belle Arti. Autorizzazione arrivata, nel giro di alcuni giorni dovrebbero partire i lavori. L’incarico è stato affidato ad una restauratrice che provvederà a recuperare porzioni dello stesso tipo di marmo con il quale è stata in origine realizzata la scala, con le quali andrà a riparare e sostituire le parti danneggiate.
I lavori dovrebbero partire nel giro di qualche giorno per concludersi entro metà agosto, periodo nel quale tra l’altro si svolge la tradizionale festa dell’Avis di Cerlongo.
«Così facendo – spiega il vicesindaco e assessore ai lavori pubblici  Paolo Boccola – si riescono a portare a compimento opere importanti e richieste dai cittadini. È sufficiente trovare un accordo: potremmo di valutare tale formula di accordo tra Comune e associazione anche per realizzare altre opere su altri edifici pubblici. Questo poi è un caso importante, dal momento che andiamo ad intervenire su di un bene storico e fortemente vincolato come il castello di Cerlongo. Crediamo sia un intervento notevole per il paese».

2 COMMENTI