Tamburello Coppa Italia – A maschile: entra in scena il Castellaro

tamb-06

Castellaro Prosegue a ritmo serrato, nell’Alto Mantovano, lo spettacolo delle finali della Coppa Italia 2019. Ed è giunto il momento, attesissimo, dell’ingresso sulla scena della serie A maschile. Questa sera, a partire dalle ore 21, sullo sferisterio di Castellaro Lagusello, i padroni di casa affronteranno nella prima semifinale l’Arcene e cercheranno di conquistare il lasciapassare per la finalissima della 40ª edizione della Coppa Italia open per squadre della massima serie, in programma mercoledì prossimo a Guidizzolo.
La formazione del presidente Arturo Danieli è senza ombra di dubbio decisa a tornare sul gradino più alto del podio di questa manifestazione dopo l’amarezza patita nelle precedenti due edizioni per mano della bestia nera Cavaion. A cercare di sbarrare la strada al team collinare il quintetto bergamasco dell’Arcene, un bruttissimo cliente, che in questa stagione ha dimostrato in più occasioni di avere ottime potenzialità. I bergamaschi giungono in terra mantovana con l’intento di cogliere un risultato di rilievo.
La Coppa Italia non è mai finita nella bacheca del club orobico, che tuttavia quest’anno dispone di giocatori che potrebbero fare la differenza anche contro la capolista del massimo campionato. L’occasione è ghiotta per ottenere un risultato di prestigio, per cui il Castellaro dovrà fare molta attenzione. Sul terreno amico, però, la compagine collinare ha sempre dimostrato di essere una corazzata. Pochi, infatti, sono stati gli avversari che sono riusciti ad impensierire il quintetto del presidente Danieli in questa stagione di grandi novità sul piano regolamentare.
C’è dunque grande attesa tra gli appassionati mantovani e gli sportivi in genere per questo appuntamento. Una sfida ai massimi livelli che dimostrerà ancora una volta come il tamburello sia in grado di regalare emozioni forti grazie alle spettacolari giocate degli atleti. Visto l’equilibrio tecnico delle due contendenti, a fare la differenza saranno quindi i giocatori più esperti. A loro sarà affidato il compito di condurre alla vittoria i compagni di squadra.
Il Castellaro arriva a questo delicato confronto nelle condizioni di forma migliori e per questo, in sede di pronostico, sembra essere leggermente avvantaggiato rispetto ai bergamaschi. Ciò non toglie che alla formazione virgiliana venga chiesto il massimo dell’attenzione affinché non si abbia a registrare un’altra amarezza dopo quella patita l’altra sera con il Castiglione.
«Gare come queste – ribadisce il presidente Arturo Danieli – nascondono parecchie insidie, per questo i ragazzi e lo staff tecnico l’hanno preparata con molta cura. Sono convinto che si assisterà ad uno spettacolo di altissimo livello e questo non può che far bene al tamburello».
La seconda semifinale tra Solferino e Cavaion andrà in scena domani sera, ancora a Castellaro.

1 COMMENTO