La mostra di Giulio Romano attira i turisti: 38mila al Ducale dall’apertura della mostra

MANTOVA – L’ultimo week end del 2019 chiude con il botto per i musei della città, che hanno fatto registrare numeri da capogiro con incrementi da doppia cifra.
Entriamo nel dettaglio partendo da Palazzo Ducale, che con il pieno di ieri ha permesso alla mostra di Giulio Romano di toccare la ragguardevole cifra di 38mila ingressi dall’apertura della rassegna.
Nello specifico, nelle giornate di venerdì 27, sabato 28 e ieri gli ingressi alla mostra di Giulio Romano a Palazzo Ducale sono stati 2.636, mentre quelli al percorso di visita di Corte Vecchia, Castello di San Giorgio e Camera degli Sposi sono stati 4.607. Complessivamente Palazzo Ducale tocca la straordinaria cifra dei 340.000 ingressi annuali, come mai dal 2016.
Numeri da record anche per Palazzo Te e gli altri musei comunali. Alla reggia dei Gonzaga code sia al mattino, che al pomeriggio per numeri che alla fine parlano da soli: 4540 ingressi nel week end a fronte dei 2583 dell’anno scorso nello stesso periodo. Visite in aumento anche per il Museo di San Sebastiano dove nella due giorni appena trascorsa sono stati staccati 1095 biglietti contro i 784 del 2018. In 449 hanno invece visitato il Tempio di San Sebastiano contro i 305 dell’anno scorso. Differenze tra un anno e l’altro tutte con il segno più in favore del presente il che significa che la città sta attirando molti più turisti ed è indubbio che la mostra su Giulio Romano sia il valore aggiunto in un periodo in cui gli spostamenti sono senz’altro più frequenti. Non sono solamente i numeri degli ingressi ai musei a certificare quanto la città in questo momento sia presa d’assalto dai turisti. Come abbiamo avuto modo di scrivere nei giorni scorsi, hotel e ristoranti hanno registrato il tutto esaurito e questo fino alla fine delle festività che coincidono con l’arrivo dell’Epifania la settimana prossima. Un dato molto interessante sarà confrontare questo week end con il prossimo per capire se il trend sia ancora a livelli altissimi o se invece il 2020 inizierà in tono minore. Nel frattempo la città si gode questo grande afflusso rispondendo nel migliore dei modi alle esigenze dei turisti.

4 COMMENTI