Salvato airone rosso: le gurardie ecologiche lo hanno recuperato in Valletta Paiolo

MANTOVA A disorientarlo è stata forse l’eccessiva calura di queste ore ma per sua fortuna ha scelto un luogo frequentato per ripararsi. Un giovane esemplare di Airone rosso, specie protetta e di rilevante valore naturalistico è stato messo in salvo questa mattina dal personale dell’ufficio tecnico e da una Guardia Ecologica Volontaria dell’ente Parco e consegnato alle cure del centro di recupero animali selvatici di Parcobaleno. L’animale era stato notato vicino a uno dei cespugli del giardinetto di pizzetta Zaniboni, tra i condomini e la sede della polizia municipale nel quartiere di Valletta Paiolo e uno dei frequentatori dell’area ha chiamato gli uffici del Parco che si sono subito attivati. Il recupero è avvenuto sotto gli occhi di molte persone, ammirate dalla maestosità e eleganza dell’animale e del suo piumaggio. L’Airone rosso, ardea purpurea, ha una lunghezza di 70-90 cm. e una apertura alare dai 107 ai 143 cm. E’ presente nel Parco del Mincio, dove nidifica, in particolare tra i canneti della riserva Naturale delle Valli del Mincio e del lago Superiore dove vi è una garzaia denominata appunto “isola dell’Airone rosso”. Arriva nel parco a marzo e vi resta fino a settembre, quando si appresta a migrare in Africa. Nel Parco fluviale del Mincio, sono presenti anche tutte altre specie di aironi coloniali: un patrimonio di biodiversità di grande importanza. L’esemplare recuperato è ora affidato alle cure dei volontari.

3 COMMENTI