Tragedia in autostrada: muore l’imprenditore mantovano Pierfrancesco Belfanti

ALA AVIO (Tn) – Tragedia nel pomeriggio di martedì lungo il tratto dell’autostrada A22. A perdere la vita è stato l’imprenditore mantovano Pierfrancesco Belfanti, 53 anni, da qualche anno residente a Lazise, sul lago di Garda. Mentre stava procedendo a bordo della sua Bmw serie 5, Belfanti si è scontrato contro un tir parcheggiato in una piazzola di sosta. L’impatto è avvenuto all’altezza di Ala Avio, in provincia di Trento. Sul posto si sono precipitate due unità dei Vigili del Fuoco di Bardolino, che hanno faticato oltremodo per estrarre il corpo ormai privo di vita dell’imprenditore che era rimasto incastrato tra le lamiere. La Bmw sulla quale viaggiava Belfanti è infatti andata completamente distrutta. L’autostrada A22 in direzione Nord è rimasta chiusa quasi due ore per consentire agli ausiliari della viabilità di rimuovere i detriti dalla carreggiata e ai carroattrezzi di portare via i mezzi coinvolti dello scontro. In queste ore gli uomini della Polizia stradale cercheranno di ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente mortale. Tre le ipotesi al vaglio: il malore, la distrazione o il guasto meccanico. Tanti gli attestati di cordoglio che stanno giungendo incessantemente ai familiari da parte delle centinaia di persone, amici e conoscenti, che erano legati all’imprenditore. «Ancora non posso crederci», ha commentato con le lacrime agli occhi un’imprenditore di Villimpenta che fino a poche ore prima dell’incidente era stato con la vittima. «Pierfrancesco era una persona splendida».

MATTEO VINCENZI

1 COMMENTO