Rugby Top 12 – Ribaldi carica l’Im Exchange: “Devi batterti contro Calvisano”

Il tallonatore Ribaldi

Viadana Il primo impegno del nuovo anno per l’Im Exchange Viadana si chiama: Kawasaki Calvisano. Domani allo Zaffanella (ore 15) i ragazzi di Victor Jimenez, che torna in panchina dopo la squalifica, sfidano nel derbissimo giallonero gli uomini di Massimo Brunello, secondi col Valorugby Reggio Emilia e a una lunghezza dal Rovigo capolista. Nella compagine bresciana militano due virgiliani: l’asolano Dante Gavrilita e Riccardo Brugnara ed entrambi giocano come piloni. La classifica, invece, per il Viadana non è delle migliori: nono posto con altrettanti punti, con Sitav Lyons Piacenza sotto di due lunghezze e Lazio e Medicei Firenze che chiudono le fila a quota 6. Nelle ultime due sfide del 2019 sono arrivate due battute d’arresto, prima allo Zaffanella contro Colorno, poi domenica scorsa al Battaglini col Rovigo. Viadana in campionato su sette incontri disputati ne ha vinto solo uno, in casa contro Piacenza. Il tallonatore Giampietro Ribaldi   analizza il derby: «Credo che tutti quei ragazzi usciti dal vivaio del Viadana, e si siano poi fatti le ossa nei Caimani, come me, stiano dando il massimo con la prima squadra. Non dobbiamo però fermarci ma cercare di migliorarci e di crescere in tecnica e esperienza. È giusto, come ha detto la società, che alla squadra sia chiesto di giocare con intensità e concentrazione per tutta la durata dei 40’. E’ ancora vivo in tutti noi il ricordo della gara con Colorno: c’è da mangiarsi le mani per quella sconfitta, senza dimenticare che eravamo in vantaggio per 22-6. Per quanto concerne l’impegno contro Calvisano, sappiamo che affrontiamo un team di valore, con ottimi atleti. Giocando però in casa dobbiamo batterci e lottare con tutte le nostre forze, soprattutto perchè questo per Viadana è il vero derby». Contro le big comunque i rivieraschi hanno fatto vedere di poter competere ad armi pari: «Ultimamente contro compagini sulla carta più forti – prosegue Ribaldi – Argos Petrarca Padova e Fiamme Oro Roma, affrontate in trasferta, abbiamo fatto la nostra figura. Nella Capitale potevamo uscire col successo, abbiamo però mosso la nostra classifica. In Coppa allo Zaffanella abbiamo superato Valorugby e Rovigo: chiaro messaggio ai campioni d’Italia. Cercheremo di sfruttare i loro punti deboli: pensiamo a giocare, il risultato è meglio guardarlo alla fine».

3 COMMENTI