L’evento – La Virgiliana Mantova ha tolto il veli

I gruppi di nuoto, pallanuoto e syncro della Virgiliana Mantova

MANTOVA Nella Sala dei Cavalli di Palazzo Te si sono ritrovati ieri atleti e atlete dei gruppi di nuoto, pallanuoto e syncro della Virgiliana Mantova per presentare i progetti e le iniziative future.
La Virgiliana è nata nel 2016 dall’idea di restituire a Mantova una società sportiva che fosse rappresentativa della città. Non a caso come simbolo ha lo stemma di Mantova con l’effige del poeta Virgilio. Da qui il nome di Virgiliana Mantova. Dopo il primo anno sperimentale è stato impostato un progetto che potesse permettere alla società di crescere, sia come numero di atleti tesserati, sia come qualità degli atleti stessi. Attualmente nel nuoto ci sono 70 tesserati tra esordienti e Categoria Nazionali. Il progetto è stato ampliato inglobando ragazzi di altri impianti gestiti da Sport Management in provincia ma anche extra provincia. Tutti partecipano alle gare della Federazione Italiana Nuoto e alcuni accedono alle fasi finali dei Campionati Regionali e Campionati Italiani. Per quanto riguarda la pallanuoto, la Virgiliana ha una squadra femminile che milita nel campionato di serie B. Le ragazze nella passata stagione hanno vinto il campionato regionale, qualificandosi ai play off per la serie A2. E’ una squadra giovane formata da tante ragazze di diverse età che ogni sera si allenano al Centro Dugoni. Inoltre, per la parte maschile, la Virgiliana partecipa al campionato nazionale di serie C con una squadra supportata dalle categorie giovanili con l’U17, U15, U13, U11. Non ultimo il Nuoto Sincronizzato, che vanta una ventina di tesserate. «Vogliamo dare impulso a tutte le attività agonistiche – ha detto alla presentazione a Palazzo Te il presidente e tecnico della Virgiliana Mantova Andrea Cavicchini – grazie al reclutamento dei bambini più piccoli che frequentano la rinomata Scuola Nuoto Federale dell’impianto Eugenio Dugoni ed essere attrattivi per tutti quei giovani nuotatori che vogliono inseguire un sogno che sia esso nel nuoto, pallanuoto o sincronizzato». Alla presentazione, oltre alle atlete e agli atleti, erano presenti anche le allenatrici degli esordienti Gloria Pavesi, della pallanuoto femminile Erica Cardin e del syncro Svetlana Ryapolova. Ha partecipato anche Maurizio Castagna responsabile di Sportmanagement.

4 COMMENTI