Volley Serie B maschile – Fasani: “Kema, che avvio! Ma il difficile viene adesso”

ASOLA Dopo il successo per 3-1 sull’Univolley Carpi, la Kema Asolaremedello si è ripetuta anche sabato scorso. Con l’Ama San Martino i ragazzi di coach Andrea Fasani si sono imposti per 3-0, mantenendosi così in vetta alla classifica a punteggio pieno. Un avvio di stagione davvero convincente, quello della Kema, in attesa che le prossime partite forniscano indicazioni su dove potrà arrivare la squadra.
«Quella di sabato scorso con San Martino è stata una bella partita – afferma Fasani – . Anche lo scorso anno era stata tirata e molto equilibrata. Ogni set era sul filo con risposte punto su punto. Penso sia stata molto bella da vedere e penso che il pubblico abbia apprezzato. Il gruppo ha grandi qualità e questo lo avevo già intravisto lo scorso anno. Sono i piccoli dettagli a fare la differenza, soprattutto quando giochi punto a punto». Come dicevamo, una partenza sprint: «Sono molto contento della società – dichiara ancora il coach – . Ha lavorato con anticipo sul mercato per costruire una squadra competitiva. Speriamo di dare delle belle soddisfazioni perché società, staff e pubblico se lo meritano. Per ora abbiamo vinto con due buone squadre, ma il difficile deve ancora venire. Mi piace però il carattere dei ragazzi e l’adattabilità all’avversario, cosa non semplice perché a volte si rischia. Ulteriore fattore positivo è la presenza di tre 2006 che hanno ringiovanito la rosa. Questo, data l’età, non sempre significa miglioramento. E invece per noi è stato così». Parlando di obiettivi… «Dopo due giornate, non posso sbilanciarmi o fare previsioni. Vedremo a fine girone d’andata dove saremo. Questo è il mio secondo anno, e il quarto posto dello scorso anno ci ha dato maggiore consapevolezza e fiducia nei nostri mezzi. Di certo puntiamo a consolidarlo».
Tornando al campionato, sabato alle ore 21 c’è la trasferta a Piacenza: «Con la Canottieri Ongina sarà dura. È un campo ostico per tutti e lo ha dimostrato anche la partita del Viadana. Sono una realtà decennale, che ha sempre dominato. Ma per fortuna l’abbiamo già incontrata due volte nel precampionato. Sarà un vantaggio per entrambe, ma dal canto nostro dovremo essere attenti e bravi a non mollare mai».