Corneliani, dialogo sindacale per “scivoli” pensionistici

MANTOVA È cassa integrazione straordinaria per crisi, non ordinaria quella che la Corneliani sta cercando di ottenere per i 130 dipendenti il cui licenziamento è oggetto di trattativa con i sindacati, anche in vista della creazione di scivoli pensionistici o incentivi. La stessa azienda conferma la volontà di trattare con le parti sociali, e il prossimo appuntamento è già stato calendarizzato per giovedì prossimo.
La nota diramata ieri dalla stessa società recita: «Nell’ambito del confronto con le organizzazioni sindacali, a seguito di attente e opportune verifiche con gli organi competenti, Corneliani ha informato le parti sociali che lo strumento più idoneo a minimizzare l’impatto sociale dell’annunciata riorganizzazione, risulta essere la cassa integrazione per crisi. La società riafferma la volontà di dialogo con le organizzazioni confidando nella proficua collaborazione con le stesse per la definizione di un accordo complessivo che consenta di portare a termine nel più breve tempo possibile il piano di riorganizzazione necessario al rilancio».

1 COMMENTO