Castel d’Ario: le strade si rifanno il look

Il municipio di Castel d'Ario
Il municipio di Castel d'Ario

Castel d’Ario Tra i Comuni interessati al rifacimento degli asfalti stradali nel corso del 2019 figura anche Castel d’Ario. Il decreto che approva il progetto definitivo – firmato mercoledì scorso dal presidente della Provincia Beniamino Morselli – sarà esecutivo per lavori in cinque Comuni che oltre al paese di Tazio Nuvolari includono anche Viadana, Suzzara, Casalromano e Pegognaga. Avendo le cinque amministrazioni sottoscritto con l’ente di Palazzo di Bagno una convenzione che stabilisce che, a fronte del versamento da parte dei Comuni all’amministrazione provinciale del 50% dei proventi delle violazioni ai limiti massimi di velocità, entro il 31 marzo di ogni anno riferito all’anno precedente, la Provincia si impegna a realizzare interventi di messa in sicurezza, manutenzione, recupero e ristrutturazione sulle strade di propria competenza ricadenti prioritariamente all’interno del territorio di ogni singolo comune (consolidamento del corpo stradale, segnaletica orizzontale e verticale, rifacimento pavimentazione, taglio erba in banchina e scarpata, sostituzione barriere di sicurezza, riparazione impianti di illuminazione).
La quota versata da Castel d’Ario ammonta a 109.378,21 euro. «Le priorità di intervento – ha spiegato il presidente Morselli – sono state individuate tenendo conto delle esigenze avanzate dai comuni stessi e in base alle criticità rilevate dal Servizio gestione e manutenzione strade provinciali dopo accurati sopralluoghi tecnici».
Una notizia accolta con favore anche dal sindaco di Castel d’Ario Daniela Castro: «Contrariamente a quanto ha asserito alla stampa il capogruppo di opposizione Pierluigi Fregna, che in maniera strumentale accusava la sottoscritta e tutta l’amministrazione di immobilismo, l’essere stati inseriti nel piano asfalti della Provincia è la conferma che le nostre richieste hanno trovato accoglimento. Trovo invece molto grave, nonché offensivo nei miei confronti, l’affermazione “velata” di Fregna secondo la quale avrei minimizzato la pericolosità di alcuni tratti stradali a scapito dei miei cittadini per non “scontrarmi” con l’amministrazione provinciale. Arrivare a certe dichiarazioni vuol dire solo una cosa: aver terminato gli argomenti da proporre».
Due gli interventi in calendario: il primo comporterà il rifacimento di un tratto della pavimentazione stradale della piazza centrale del paese – ex Ss 10 “Padana Inferiore” – con stabilizzazione in sito con calce e cemento e bitumatura e di un tratto in prossimità del passaggio a livello ferroviario verso il confine con Verona; il secondo riguarderà la Sp 31 con il rifacimento di tratti della pavimentazione stradale tra il km 10+800 e l’incrocio con l’ex Ss 10.

1 COMMENTO