A scuola con il Piedibus, al via la sperimentazione a S.Martino

Renoldi: “Partiamo con questa prima fase in attesa che diventi routine”

SAN MARTINO Risveglio muscolare? Forse. Trovata ecologica ed economica? Certamente. Tutti questi aspetti sono strettamente legati all’iniziativa che parte il primo di aprile a San Martino dell’Argine e che vede protagonisti i bambini, armati di zaino e tante buone intenzioni, dirigersi verso il plesso scolastico non su ruote, ma su scarpe. Complice la bella stagione si va a scuola con il “piedibus”, un modo divertente per attivare già alle 7.40, ora del ritrovo presso la fermata Vegro, quei sorrisi che solo i bambini sanno regalare. «E’ un’iniziativa che fa parte di un progetto che coinvolgeva anche i comuni di Commessaggio e Viadana – commenta il sindaco Alessio Renoldi – e permetterà agli alunni delle scuole elementari di raggiungere a piedi i banchi in classe in totale sicurezza ed in modo divertente». La dotazione per questo servizio è piuttosto semplice: un carretto su cui posare gli zaini, pettorine colorate per gestire al meglio il percorso a piedi ed una segnaletica chiara in modo che nessuno possa trovare alibi per marinare la scuola e dormire qualche ora in più. «Avevamo già provato lo scorso autunno, ma le temperature non erano ottimali, mentre ora – conclude Renoldi – possiamo partire con questa prima fase sperimentale in attesa che diventi una splendida routine». Gli studiosi saranno accompagnati da due ragazzi del servizio civile volontario ed un genitore che ha dato la propria disponibilità per la corretta gestione del piedibus che vede, quindi, due adulti uno alla guida ed uno in coda, mentre un terzo sarà preposto alla spinta del carretto. Le prime adesioni sono già arrivate.

2 COMMENTI