Tamburello Coppa Italia – A maschile: Solferino si arrende al Cavaion

valle3

Castellaro Lascia certamente l’amaro in bocca al Solferino, ed anche agli appassionati mantovani, il verdetto emesso lunedì sera dalla seconda semifinale disputata a Castellaro, che ha assegnato il pass per la finalissima al Cavaion.
Un risultato che non toglie i meriti e l’impegno che vanno riconosciuti ai collinari, che sino alla fine hanno messo in difficoltà gli avversari. Il quintetto guidato da Mario Spazzini, infatti, ha lottato alla pari con i detentori del trofeo e dominatori delle ultime due stagioni. Alla fine, però, ha dovuto cedere il passo agli esperti atleti del Cavaion, che approdano per l’ennesima volta all’atto conclusivo della Coppa Italia di serie A maschile.
La sfida, che si è protratta per oltre tre ore, ha esaltato i valori del tamburello, evidenziando le qualità tecniche dei singoli e al tempo stesso la spettacolarità del gioco. Nel primo set, il Cavaion ha preso un leggero vantaggio (3-1), ma il Solferino ha pareggiato i conti e la sfida è proseguita sui binari dell’equilibrio (3-3, 4-4, 5-5) fino al gioco decisivo, che ha visto prevalere i veronesi. Copione inverso nella seconda frazione, con il Solferino che sale di tono e conquista due giochi di vantaggio (3-1, 4-2, 5-3), ma quando tutti già pensano al tie break, arriva la veemente rimonta del Cavaion, che infila tre punti consecutivi grazie alle prodezze dei suoi fuoriclasse, Pierron su tutti, e si porta a casa la vittoria e il diritto di affrontare il Castellaro nella finalissima di stasera a Guidizzolo.

2 COMMENTI