Basket A2 femminile – Il ds Zambonini: “MantovAgricoltura, sotto con le più forti”

San Giorgio Il MantovAgricoltura   ha riscattato sabato il passo falso nella prima gara del ritorno contro Udine, grazie al successo colto a Sarcedo. I due punti ottenuti hanno vendicato la battuta d’arresto casalinga dell’andata. La squadra di Stefano Botticelli resta quartultima e sabato al Dlf ospiterà la capolista Moncalieri di coach Terzolo, che in terra torinese prevalse 78-55.  «Dopo la gara interna con le piemontesi abbiamo il derby di Villafranca – spiega il diesse   Manlio Zambonini – Sulla carta sono sfide proibitive, ma la squadra può esprimersi senza quelle pressioni di dover vincere a tutti i costi. Non avendo nulla da perdere dovrebbe essere in grado, soprattutto contro Moncalieri, di poter dare il meglio di sé contro un quintetto molto tosto sul piano tecnico, che non è primo per caso. A Sarcedo c’è stato il pronto riscatto delle ragazze dopo la sconfitta contro Udine. Più che per loro meriti, le friulane hanno colto i due punti per demeriti nostri, quindi a Sarcedo non potevamo fallire. Per vincere abbiamo dovuto far ricorso a un tempo supplementare. Potevamo e dovevamo chiudere prima: ci siamo trovati a condurre anche di quattro nel finale, ma non siamo stati in grado di vincere. All’overtime la squadra si è mostrata attenta a non fallire i tiri liberi, determinanti per spuntarla. Avessimo vinto con Udine saremmo a quota quattordici e con una migliore classifica. Invece siamo quartultimi, però vicini a chi ci precede: il calendario non ci viene incontro nei prossimi due turni, affrontando le prime due: Moncalieri e Villafranca. Non sono queste le sfide da vincere, bensì quelle contro le dirette rivali; inoltre bisogna essere abili a sfruttare in pieno le gare al Dlf».
Così coach Stefano Botticelli sul momento del San Giorgio: «È logico che per centrare la salvezza dobbiamo fare qualcosa in più, però questa squadra, dopo il periodo di apprendistato da neopromossa, ha capito la categoria. Adesso la formazione gira, le rotazioni sono migliorate, ma per tagliare il traguardo della salvezza bisogna ancor di più far leva sulla forza del gruppo, arma determinante la scorsa stagione nella serie B lombarda per centrare la meritata promozione in A2. Sabato al Dlf ospitiamo la capolista Moncalieri, squadra giovane, ben allenata, con ragazze nel giro della nazionale, che nella scorsa stagione da neopromosse ha sfiorato il salto nella massima serie. Le torinesi hanno perso soltanto due gare, una di queste contro Sarcedo, che noi invece abbiamo appena sconfitto».

1 COMMENTO